Segui su twitter

IN EVIDENZA:
TESTI E TRADUZIONI IN ITALIANO BRANI ROBBIE WILLIAMS
DATE E BIGLIETTI TOUR 2018
AGENDA :
15 Dicembre 2017 . Private gig in Uzbekistan
14-17 Febbraio 2018 concerti in Nuova Zelanda
20 Febbraio - 7 Marzo 2018 concerti in Australia
4 Marzo 2018 - Adelaide ( Australia ) - Adelaide 500

venerdì 15 dicembre 2017

PRIVATE GIG - UZBEKISTAN

Concerto di oggi in Uzbekistán
per gli ospiti di Alisher Usmanov
solo pochi biglietti sono stati venduti al pubblico generale

post in aggiornamento.....





Un post condiviso da Javlon (@djavlon_djurayev) in data:

Un post condiviso da Eugene (@eugenesnooff) in data:



Un post condiviso da Robbie's Angels Fanpage (@robbiesangelsfanpage) in data:

Living legend♥️ #robbiewilliams #angels @robbiewilliams

Un post condiviso da Camila Islamova (@youseelove) in data:

giovedì 14 dicembre 2017

X-FACTOR ITALIA - OPENING PUNTATA FINALE

L'apertura della puntata finale di X-Factor.
 Tributo a Robbie Williams
Let Me Entertain You

CATTELAN : ROBBIE WILLIAMS E' IL RE TOTALE. APRIRO' LA FINALE DI X-FACTOR CANTANDO UNA SUA CANZONE


Da un' intervista rilasciata questo mese a Vanity Fair

SONO STATO IN TERAPIA INTENSIVA SETTE GIORNI. ECCO PERCHE' HO ANNULLATO LE DATE RUSSE


Robbie in un' esclusiva intervista a The Sun rivela la verità sulla cancellazione delle date Russe. Il tutto è iniziato nel backstage della data del tour a Zurigo.

Il mio braccio destro era intorpidito e continuavo a sbavare dalla bocca. Avevo mal di testa e difficoltà a respirare. Non riuscivo a fare un respiro completo. Anche dopo lo show non sentivo il braccio e la bocca continuava a gocciolare. 
Subito sono tornato a Londra per fare degli esami ed ecografie, incluse quelle del cuore e cervello. Sono state riscontrate varie anomalie; tra queste in una parte del mio cervello c'era qualcosa che sembrava sangue. La situazione era molto preoccupante quindi le decisioni prese erano fuori dal mio controllo e sono stato subito trasferito in terapia intensiva. 
E' stato molto strano passare improvvisamente dal tour alla terapia intensiva ma è andata davvero così.
Mia moglie e i figli erano già a L.A. così non potevano vedermi in quel lettino attaccato a fili e tubi. Tuttavia ero circondato da un sacco di persone che si prendevano cura di me. Ero confuso e spaventato ma sapevo che ero nel posto giusto e ingenuamente sentivo che sarebbe andato tutto bene.
Mi hanno monitorato e fatto un check completo. Dopo sette giorni ho potuto lasciare la terapia intensiva.
Mi hanno concesso di tornare a L.A. e imposto di non fare nulla di stressante per le settimane successive... per circa due mesi. Solo riposare, dormire e prendermi cura di me stesso. 
Tutto ciò mi ha insegnato che ho 43 anni non più 23 e devo davvero stare attento alla mia mente e al mio corpo. Così ho iniziato a fare pilates, yoga e meditazione.  L'ansia è sempre stata protagonista nella mia vita e devo trovare il modo di conviverci nel miglior modo possibile. 
L'intera esperienza mi ha spaventato molto anche se in passato sono stato in posti altrettanto oscuri ma avevo 23,27 e 32 anni. Una volta che arrivi a 43 anni, anche se hai tutto ciò che desideri, ti rendi conto di non essere invincibile ed è necessario prendersi cura di se stessi in maniera più scrupolosa. 

mercoledì 13 dicembre 2017

L'ATMOSFERA NATALIZIA IN CASA WILLIAMS


Estratti interviste varie durante la promo di Reveal ( Hello Magazine e Reveal Magazine )

Buon Natale Robbie ! Dove passerai il Natale quest'anno ?
'' A L.A. Ayda in questo periodo è piena di spirito natalizio. A me non importava nulla ormai da tanto tempo e non bevo da 18 anni. Per me il Natale voleva dire stare a Stoke On Trent e ubriacarmi. Se togli l'alcool rimani solo con lo zucchero e il tacchino. E poi appare Ayda nella mia vita. Gli americani esagerano con le festività. Sono dieci anni che stiamo insieme ed ho trascorso dieci splendidi Natali. Lei si occupa di tutto e assumiamo un tipo chiamato Mr. Christmas per decorare la casa... e non sto scherzando ! 
Io vengo da Stoke e spengo le luci quando entro nelle stanze. Chiudo l'acqua del lavandino mentre mi spazzolo i denti. Ayda è l'opposto. Lo stesso vale per le decorazioni natalizie . La nostra casa sembra Harrods e io sento l'interruttore dell'elettricità che gira. ''
Domanda : I bimbi sono eccitati per il Natale ?
'' Si certo. Hanno Elf on the Shelf ( l'elfo sulla mensola ). Prima Charlie ha fatto qualcosa di brutto e Teddy ha detto al suo elfo ' Charlie ha fatto questo '. Io ho detto ' Non parlare male di Charlie a Babbo Natale ' '' 
Domanda : Hai già scelto il regalo per Ayda ?
'' Lei lo dice al mio manager che me lo fa vedere sul mio computer. Io romanticamente punto il dito su quello e dico ' Prendi questo ' ''
Robbie ammette di essere con la moglie ' persone con i piedi a terra ' ma anche un poco ossessionati dai reality TV. Guardano tutte le puntate di Real Housewives e durante la loro permanenza a Londra sono stati inchiodati davanti  a I'm a Celebrity...Get Me Out of Here!
'' Mi è piaciuto molto quando Amir Khan e Iain Lee hanno mangiato le fragole. Queste sono piccole cose che migliorano le nostre giornate. Quei momenti in cui ti fermi e dici ' dobbiamo parlarne '.
Mi piacerebbe fare un reality in prima persona sulla nostra vita famigliare. Siamo una famiglia interessante con le nostre peculiarità ''
'' I miei figli non capiscono ancora il fatto che io sia famoso. Il perchè per strada mi chiedono di fare una foto o come mai salgo sul palco a cantare. Teddy non ha ancora fatto due più due. E' solo la loro normalità ''
Domanda Riguardo l'immagine di copertina di Under The Radar 2 :
'' E' un gioco sfacciato e poco costoso che funziona sempre ... e un pò di photoshop non ha mai fatto male a nessuno ''
Domanda : Tu nel libro scrivi che Teddy ti tiene con i piedi per terra ? Ha fatto qualche rivelazione di recente ?
'' L'altro giorno giocavamo nel letto a farci le coccole. Mi sentivo un pò vulnerabile ed ho chiesto a Teddy quale fosse la cosa che preferiva del suo papà. Lei mi ha guardato un pò perplessa e poi ha detto :  tu guadagni i soldi ' Io ho pensato : ' Sarò grato per le piccole cose. Ok lo accetterò ''
'' La mia famiglia è stata la mia salvezza. A 19 anni ero un alcolizzato. A 21 un tossicodipendente. Quasi tutta la mia vita da adulto passata a cercare di non bere. La verità è che ho lavorato molto su me stesso ma non è abbastanza. Basta che ti distrai un attimo e ricadi nelle vecchie abitudini. Non dico assumere droghe ma il modo di pensare e non prendersi cura di se stesso. Ecco la famiglia mi ha protetto molto da questo pericolo. ''
Domanda : Ti sei proposto ad Ayda con cinque carte di donne di cuori con le parole ' Will You Marry Me ? '' scritte sopra. Ci hai messo molto a pianificare questo momento ?
'' No zero preparazione. Ho difficoltà con il romanticismo ma questo non significa che sono freddo e non so amare. Potrei passare tutto il giorno tra le braccia di mia moglie. E se non la sto abbracciando le sto facendo il solletico oppure le sto sussurrando quanto la amo. Se dovessi meritarmi un voto per questo sarei uno studente da A+ ma purtroppo mi scordo le ricorrenze. Mi farò un tattoo con la data del matrimonio e il compleanno dei due figli. Devo fare qualcosa perchè è importante per Ayda .
Ayda mi ha depilato il culo l'altro giorno. Questo è vero amore. ''
Domanda : Ti piace essere padre ?
'' Si sono completamente innamorato dei miei figli. Non era nei miei piani. Pensavo che se non riesco a prendermi cura di me stesso come avrei fatto a prendermi cura di un bambino per così tanto tempo ? Ho fatto molte terapie così conosco il ruolo dei genitori in una famiglia disfunzionale e ho pensato 'Sono completamente disfunzionale. ' Ma ogni giorno, senza alcun fallo, c'è un grande momento di amore universale. ''
Domanda : Nel tuo libro dici di aver incontrato Jay Z y Beyonce a casa di Adele per un barbecue. Sei rimasto colpito da loro ?
RW : '' Certo sono un loro grande fan ! Sono socialmente insicuro e non amo uscire di casa anche se ultimamente le cose sono un pò migliorate. Adele ci ha invitati ed eravamo io Jay Z, Beyonce e Chris Martin intorno ad un tavolo. Sono tutti delle persone adorabili. Ma poi non ci siamo più incontrati.''

NESSUNA REUNION IMMINENTE CON I TAKE THAT


In un' intervista a OK Magazine Robbie ha parlato per l'ennesima volta di una possibile reunion con i Take That .
' Sono d'accordo se si tratta di una reunion a cinque elementi. Ma potrei partecipare anche se fosse solo in quattro. Comunque non c'è nulla in programma per i prossimi cinque anni '
Tuttavia sembra improbabile che Jason Orange possa tornare con il gruppo anche perchè i Take That hanno recentemente dichiarato di aver a mala pena mantenuto i contatti con lui.
Oggi durante il programma ' Lorraine ' Robbie però ha ammesso di aver incontrato in questi giorni I sui ex compagni di band e la reunion potrebbe avverarsi anche prima dei cinque anni.

OGGI ROBBIE INTERVISTATO DA 'LORRAINE ' - VIDEO

INTERVISTA A NME : PER ME ORA E' PIU' FACILE PARLARE DI DEPRESSIONE


fonte

Domanda : Cosa ti spinge ad analizzarti continuamente in questo modo invece di limitarti a cantare le canzoni ?
RW : Sono un pò dipendente da questa condizione che mi spinge a mettere in piazza tutto e dire la verità . Prima di iniziare le interviste del libro, praticamente da oggi, non mi ponevo le domande : ' da dove viene ? come l'affronto ? è un problema ? '

Domanda : Nel libro parli dell'imbarazzante primo incontro con tua moglie. Lei si sente mortificata dal fatto che rendi pubbliche cose del genere ?
RW : No assolutamente. In questo senso la nostra relazione è unica. Ci piace essere uniti sulle cose terribili che diciamo l'una dell'altro. Detto questo ieri sera ero ospite al Graham Norton e lei era seduta sulla sedia rossa ( dove chi siede rischia di essere espulso se non racconta una bella storia ). Appena lei si è seduta io ho premuto subito la leva per farla cadere. Di solito non ha problemi per questo genere di cose ma quando siamo usciti dal Graham Norton io le ho detto : ' Sono andato bene ' e lei mi ha tirato un occhiataccia. E io : ' Ah la leva della sedia ' E lei : ' Un pò si quello ' Io pensavo che ci saremmo abbracciati e battuto il cinque perchè mi sono divertito davvero. Però la sedia in effetti si rovescia in modo molto brusco. Diciamo solo questo ....

Domanda : Feel è stato un grande successo di critica e commerciale ? Hai intenzione di replicare con Reveal ?
RW : Quello di Feel è stato un momento incredibile per me. Le recensioni fantastiche e il pubblico lo ha amato. Certo volevo rivivere quell'esperienza ma soprattutto volevo condividere ancora la mia vita con Chris Heath perchè davvero adoro la sua compagnia. Ho letto i libri che ha scritto sui Pet Shop Boys. Mi sono piaciuti tantissimo e ho pensato che anche io potevo essere abbastanza divertente e interessante. Sapevo che avrebbe fatto un bel lavoro e così è stato.

Domanda : Non è troppo difficile per Chris mantenere una distanza critica e dare un giudizio obbiettivo su qualcuno che ti è così amico ?
RW gira la domanda a Chris che è lì vicino
Chis : Fare un libro come questo non è come fare del giornalismo in generale perchè conosci molto bene la persona e non puoi avere una distanza critica obbiettiva. Si tratta di capire che entrambi stiamo raccontando la stessa storia e siamo sulla stessa pagina.

Domanda : Quindi sei una persona totalmente diversa da quella che eri quando uscì Feel ?
RW : Direi che è un pò come la storia del mio accento. Puoi dire che sono del nord e se conosci un pò la zona che sono di Stoke On Trent ma con il tempo ho perso molti modi di dire e anche alcune vocali sono svanite. Penso che sia lo stesso per me. Chi ero e chi sono ora.

Domanda : Come hanno reagito i tuoi fans al libro ? 
RW : Purtroppo quando è uscito io ero malato e sono dovuto tornare a L.A. Questa è la prima occasione che ho per promuoverlo. In America nessuno sa chi sono quindi nessuno poteva venire da me e dirmi che aveva letto il libro. Nel 2000 ho preso la decisione di non fare promozione là, non lavorare e non fare nulla al di fuori di vivere la mia vita. Così non faccio niente che possa mettere a repentaglio questa situazione.

Domanda : Davvero strano per qualcuno che sembra amare il fatto di essere sotto i riflettori
RW : Bè no. Durante la mia carriera ci sono stati momenti di depressione e disagio mentale quindi ad un certo punto ho preso una decisione : ' Ho venduto abbastanza dischi, ho abbastanza soldi e quindi voglio vivere nell'anonimato '

Domanda : Parlavi di depressione e disagio mentale più di dieci anni fa quando le persone famose erano restie a parlare di questo genere di problemi. Pensi che oggi sia più facile per le persone nella tua posizione esporsi in questo senso ?
RW : In passato non capivi cosa stesse succedendo a te stesso. Sapevi che era nella tua testa senza sapere cosa fosse. Avevi sentito parlare di depressione ma non riuscivi ad identificarlo con quello che ti stava succedendo . Non c'era davvero nulla nei media che descrivesse quello che sentivo. 
Quando si è cominciato a parlarne, non su di me ma riguardo ad altri personaggi io ho pensato ' ma perchè non si rimboccano le maniche e cercano di andare avanti ? ' Questo mi ha fatto vergognare : ' sto ancora cercando di scendere a patti con questa cosa che mi fa stare male. Dovrei darmi da fare ? ' Questo mi ha reso ancora più introverso. Ora è diverso. Accendo la TV e si parla molto di questo. La gente è più accettata.

Domanda : Liam Gallagher è Godlike Genius agli NME Awads di quest'anno. Ti piacerebbe andare e cantare una canzone con lui ?
RW : Certo. La mia canzone preferita di quest'anno è proprio un suo brano ' For What It’s Worth’. Penso che sia la miglior canzone che entrambi  Liam o Noel abbiano scritto negli ultimi 20 anni. E' incredibile, universale e senza tempo. Ti colpisce proprio nel punto giusto e arriva diretta al cuore. Ha fatto davvero centro.  La adoro. Mi piacerebbe esibirmi con lui agli NME Awards ? Mi piacerebbe vedere la sua faccia mentre glielo chiedi !